Zanussi Fioravante - Vetture da corsa -auto epoca

Le vetture

targa
Zanussi 1100 Sport

1949 Zanussi 1100 sport

Questa vettura la trovi qui: logo Museo Nicolis
Presso il "Museo Nicolis dell'Auto, della Tecnica, della Meccanica", a Villafranca di Verona é esposta questa vettura restaurata.

Museo Nicolis

La vettura

1949 Zanussi 1100 sport

Questa vettura è probabilmente un esemplare unico, costruito alla fine degli anni Quaranta su telaio Fiat 508 C; la vettura, attualmente monta un motore di derivazione FIAT 1100 S , fu utilizzata in corsa dallo stesso Zanussi in alcune gare in salita fino a metà degli anni Cinquanta.


Alcune foto della vettura costruita negli ambienti dell'officina Zanussi in Treviso.

La vettura ha una storia particolare: essa fu originariamente dotata di un motore Alfa Romeo 6C 1750, privato del compressore e ridotto a quattro cilindri, [Vedi costruzione motore] In seguito fu montato un motore 319 (sei cilindri e 2.000 cc) BMW e infine, a metà degli anni Cinquanta, fu modificata e aggiornata la carrozzeria e, probabilmente, montato il motore 1100 S.

Il telaio, completamente nuovo, è costruito con un tubo di lamiera di ferro a sezione rettangolare di 4 x 10 cm. ca.
Succintamente, diciamo che, partendo dalla parte posteriore, esso fino a un certo punto, ha forma rettangolare, poi comincia a restringersi gradatamente, da ambedue i lati, per poter congiungersi con il gruppo dell’avantreno e creare lo spazio necessario alla rotazione delle ruote anteriori.
SI nota subito come non ci sia alcun elemento trasversale, e, soprattutto, che il fondo, tranne una feritoia al centro per l’albero di trasmissione, è chiuso da una lamiera saldata alla struttura, il che dà robustezza e, nel contempo, rigidità.
La novità o, meglio, “le particolarità“ di questo telaio consistono, in primo luogo nella sua forma, e, secondo, che tutte, o quasi tutte, le parti meccaniche ad esso attinenti o dipendenti, come il ponte posteriore, le sospensioni sia anteriori che posteriori, gli ammortizzatori, etc., sono supportate da questa specie di cornice e che, essendo le loro funzioni rivolte all’esterno di essa, lasciano così libero tutto il pianale all’interno. Qui, trovano posto il gruppo motore, e quanto ad esso relativo, il cambio, la trasmissione, lo sterzo, un comodo abitacolo per pilota e meccanico, il serbatoio carburante e tutto il resto.
Le sospensioni a ruote indipendenti, anteriormente, con molle e ammortizzatori a braccio, posteriormente, sempre con molle e ammortizzatori telescopici; il ponte posteriore rigido da cui partono bracci di spinta, due per lato, che si ancorano al telaio, freni anteriori e posteriori a tamburo. Ed infine la carrozzeria: basta dire che il tutto venne splendidamente rivestito, come desiderava sempre Zanussi, dalla Carrozzeria F.lli Vendrame di Mareno di Piave (TV).


Questa storia di modifiche e abbastanza tipica nel campo delle vetture da corsa realizzate da piccoli costruttori i quali tendono ad aggiornare man mano le loro vetture per mantenerle competitive nelle corse.

La vettura è stata registrata e omologata presso la motorizzazione di treviso con il numero di targa "TV- 6159"

Album foto

Foto Vettura
© 2018
A cura degli eredi Zanussi
Il figlio Ezio Zanussi
Treviso (IT)


Contatti Contattaci

Se siete a conoscenza di persone o fatti che riguardano l'attività di Fioravante Zanussi vi invitiamo a comunicarcelo. Ogni informazione , integrazione, segnalazione utile ad migliorare il contenuto del sito è ben accettata.